fine del mondo 2012
NEWS FINE MONDO
Dall'Italia e dal Mondo
SEGNALACI UN FATTO
Accadimenti, video, teorie...
FINE MONDO SU FACEBOOK
Tutte le news sulla tua bacheca
SCRIVICI
Commenti, critiche, collabora
IT EN DE


VEDI ANCHE:
» Corso Pizzaiolo

FINE DEL NOSTRO MONDO: FATTI STRANI

Fatti strani

Eruzioni vulcaniche e 2012

Sabato 5 giugno 2011 un vulcano che appartiene al complesso vulcanico Puyehue-Cordon Caulle nella zona sud del Cile è entrato in eruzione dopo un periodo di inattività durato più di 50 anni. Una nuvola di cenere immensa, con un'inquietante somiglianza al fungo che generalmente segue le esplosioni nucleari, ha messo in stato di allarme i cieli del Cile e dell'Argentina.
La nube dalla forma simile a quella di un fungo non è generata esclusivamente dalle esplosioni nucleari, ma dipende molto dalle elevate temperature raggiunte durante l'esplosione. Generalmente qualsiasi esplosione a livello del suolo genera funghi più o meno grandi.
Il governo cileno ha così disposto l'immediata evacuazione di centinaia di residenti. La colonna di cenere del vulcano si è innalzata per oltre 10 chilometri e si è estesa fino a superare il confine della vicina Argentina.
Eruzioni vulcaniche e fine della Terra
L'area del vulcano è anche stata colpita da numerose scosse telluriche soprattutto nella giornata di sabato 5 Giungo.
Le scosse si sono susseguite con un ritmo di 230 ogni ora. Ovviamente i catastrofisti, coloro che ritengono che eruzioni vulcaniche e terremoti siano l'inizio di una serie di catastrofi a catena che decreteranno la fine della Terra nel 2012, hanno considerato l'eruzione come un'ulteriore, importante, grave avviso.
Un ulteriore avviso perché un anno prima l'eruzione del vulcano islandese Eyjafjöll aveva destato non poche preoccupazioni.
L'eruzione del Vulcano Eyjafjöll, in Islanda, aveva sollevato un'immensa massa calda di polveri e gas. L'attività sismica aveva iniziato a svilupparsi verso la fine del 2009, precedendo l' eruzione vulcanica iniziata nella notte del 20 marzo 2010. Un'eruzione successiva, avvenuta il 14 aprile 2010, ha creato seri problemi al traffico aereo in Europa, paralizzandolo completamente fino al 23 aprile e continuando a causare chiusure a intermittenza degli aeroporti del Nord Europa fino al 9 maggio. L'attività vulcanica ha poi cominciato a diminuire, e nell'ottobre del 2010 è stata dichiarata conclusa, benché la zona continui ad essere geotermicamente attiva. La massa di polveri e gas è stata proiettata nell'atmosfera, dove le polveri rimarranno fino al 2012, anno in cui è fissata proprio la fine del mondo. Questa correlazione temporale ha fatto sì che molti avanzassero l'ipotesi che l'eruzione del vulcano islandese sia stato un chiaro segno premonitore, l'inizio della fine del nostro mondo.


Disclaimer - Chi Siamo - Contatti - Fai Pubblicità



"2012 Fine del Mondo?"
Copyright © Vulcano s.r.l.
Via Birmania, 84 - 58100 Grosseto, Toscana
All rights reserved