fine del mondo 2012
NEWS FINE MONDO
Dall'Italia e dal Mondo
SEGNALACI UN FATTO
Accadimenti, video, teorie...
FINE MONDO SU FACEBOOK
Tutte le news sulla tua bacheca
SCRIVICI
Commenti, critiche, collabora
IT EN DE


VEDI ANCHE:
» Corso Pizzaiolo

2012: LE TESI DELLA FINE DEL MONDO

Malachia Profezie. La profezia dei Papi

L'avvertimento nel 111° Motto della Profezia dei Papi di Malachia

La profezia di Malachia è una lista di 112 brevi frasi in latino, da alcuni ritenute una forma di premonizione attribuita a San Malachia di Armagh.
La lista descrive tutti i Papi partendo da Celestino II, eletto nel 1143, e si conclude con un papa descritto come "Petrus Romanus" il cui pontificato, secondo la profezia, terminerà con la distruzione della città di Roma.
La profezia fu pubblicata nel 1595 da Arnold de Wyon, uno storico benedettino, all'interno del suo libro Lignum Vitae.
Wyon attribuisce la lista a San Malachia, vescovo di Armagh nel XII secolo.
Secondo la versione tradizionale, nel 1139, Malachia fu chiamato a Roma da Papa Innocenzo II.
Qui Malachia ebbe una visione di futuri papi, e la riportò attraverso una serie di versetti scritti con un linguaggio criptico e complicato .
I versetti furono raccolti in un manoscritto dal titolo Prophetia de Summis Pontificibus depositato negli Archivi Vaticani e successivamente dimenticato fino alla sua riscoperta nel 1590.
La Profezia consiste, come detto, in una lista dei Papi che si sarebbero succeduti a partire dal 1143 fino alla fine dei giorni. Ma non indica i Papi con nome e cognome, bensì con 111 brevi motti in latino corrispondenti ad altrettanti Papi.
Di seguito riportiamo l'elenco die motti corrispondenti ai Papi che si sono succeduti nel tempo, partendo di più antichi, fino ad arrivare ai più recenti.
100°) Gregorio XVI (1831-1846) - Motto "De Balneis Etruriae"
Papa Gregorio XVI (n. 18/9/1765, m. 1/6/1846) iniziò la sua vita religiosa nell'ordine dei Camaldolesi, che fu fondato nel Tredicesimo secolo in Etruria, in una località chiamata in latino "balneum".

101°) Pio IX (1846-1878) - Motto "Crux de cruce"
Il Papa del Risorgimento (n. 13/5/1792, m. 7/2/1878), che dai Savoia subì vessazioni e sequestri, era "La croce (dunque, la sofferenza) che viene dalla croce": e una grande croce bianca in campo rosso è lo stemma, appunto, dei Savoia.

102°) Leone XIII (1878-1903) - Motto "Lumen in coelo"
L'ultimo Papa del XIX secolo (n. 2/3/1810 m. 20/7/1903) era "una luce nel cielo", e infatti il simbolo della sua casata, quella dei Pecci, era una cometa. Si noti che nel suo motto non viene usata la parola "astro" perché già usata in un motto analogo precedente.
103°) Pio X (1903-1914) - Motto "Ignis Ardens"
Questo Papa (n. 2/6/1835 m. 20/8/1914) fu probabilmente il più zelante propagandista del suo tempo e i suoi sforzi furono diretti al promuovere la pietà e la fede. "Fuoco ardente" descrive benissimo Pio X, il cui impegno zelante fu volto alla rinascita spirituale della Chiesa.

104°) Benedetto XV (1914 -1922) - Motto "Religio depopulata" Papa (n. 21/11/1854 m. 22/1/1922) durante i massacri della Grande Guerra e l'epidemia della "spagnola",eventi che provocarono la morte di milioni di
Cristiani, e nel 1917 vide l'inizio della Rivoluzione russa che portò alla fine della vita religiosa in questo Paese in precedenza cristiano. Donde il motto di "religione spopolata".

105°) Pio XI (1922-1939) - Motto "Fides intrepida"
Egli (n. 31/5/1857 m. 10/2/1939) sfidò senza paura Stalin, Mussolini, e Hitler, subendo, come mostrano documenti vaticani pubblicati di recente, fortissime pressioni da questi ultimi due. Nel '37 pubblicò l'enciclica Mit Brennender Sorge per denunciare il razzismo e l'antisemitismo nazista. Dunque è azzeccato "Fede intrepida".

106°) Pio XII (1939-1958) - Motto "Pastor Angelicus"
Questo Papa (n. 2/3/1876 m. 9/10/1958) di grandissima spiritualità riconobbe in alcune encicliche, come guida più sicura per la dottrina cattolica, la filosofia di S. Tommaso d'Aquino, noto come "Il dottore angelico". Donde, forse, "Pastore angelico".
107°) Giovanni XXIII (1958-1963) - Motto "Pastor et Nauta"
Egli (n. 25/11/1881 m. 3/6/1963) fu patriarca di Venezia prima di diventare Papa, donde "pastore e marinaio". Senza dubbio uno dei tanti motti che risultano molto aderenti al personaggio.

108°) Paolo VI (1963-1978) - Motto "Flos florum"
Papa Montini (n. 26/9/1897 m. 6/8/1978) era il "fiore dei fiori".
La Famiglia di Papa Paolo V infatti aveva tre gigli nel proprio stemma.

109°) Giovanni Paolo I (1978) - Motto "De medietate lunae"
La Profezia di San Malachia ("della metà della luna") sembra aver previsto in modo impressionante, anche nel caso di Papa Luciani (n. 17/10/1912 m. 28/9/1978), il fatto che il suo brevissimo pontificato (che durò appena 33 giorni) iniziò e terminò quando la Luna era visibile esattamente a metà.

110°) Giovanni Paolo II (1978-2005) - Motto "De labore solis"
Il motto attribuito a Papa Wojtyla (n. 18/5/1920 m. 2/4/2005), "della fatica del Sole", è un chiaro riferimento al fatto che egli nacque del giorno di un'eclisse solare, e che anche il suo "addio" ha coinciso con un'eclisse, una doppia circostanza estremamente rara.

Al 111° motto corrisponederebbe la seguente frase:
"In persecutione extrema sacrae romanae ecclesiae sedebit Petrus romanus, qui pascet Overs in multis tribulationibus; quibi transactis, civitas septis collis diruetur, ed Judex tremendus judicabit populum suum. Amen."
La traduzione in italiano di quest'importante frase è la seguente:
"Durante l'ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa siederà Pietro il romano, che pascerà il suo gregge tra molte tribolazioni; quando queste saranno terminate, la città dai sette colli sarà distrutta, ed il temibile giudice giudicherà il suo popolo. E così sia".
L"ultima persecuzione della Santa Romana Chiesa" e le "tribolazioni" potrebbero essere quelle scatenate dalle parole di Benedetto XVI su Maometto pronunciate nella sua lectio magistralis tenuta in Germania, all'Università di Ratisbona, il 12 settembre 2006, e considerate una grave offesa dal mondo islamico.
Nei giorni seguenti a tale discorso, infatti, si sono succeduti dei fatti che hanno fatto ritornare alla mente le antiche persecuzioni di 2000 anni fa contro i Cristiani.
Una chiesa cristiana è stata bruciata a Turkarem, in Palestina; a Mogadiscio, in Somalia, è stata uccisa una suora, Suor Leonella; in Indonesia sono stati uccisi tre Cristiani accusati di aver ucciso duecento musulmani negli scontri interreligiosi del 2000, ma l'esecuzione è avvenuta dopo un processo viziato da pesanti irregolarità, come testimonanze non ascoltate e prove non accettate.
Inoltre, sempre a seguito di tale discorso, sono giunte gravissime minacce contro
Benedetto XVI e contro il Vaticano che potrebbero concretizzarsi in futuro.
Il 15 settembre 2006 il gruppo armato Jaiech al-Moudjahidine, cellula irachena di Al Qaeda, con un comunicato su Internet, ha minacciato di attaccare Roma e il Vaticano a causa delle parole di Benedetto XVI sull'Islam e sulla guerra santa. "Giuriamo di distruggere le croci nel cuore di Roma - hanno scritto i terroristi - Non avremo pace finché i vostri troni e le vostre croci non saranno distrutte". "Ci faremo vivi con fatti, non con parole" si leggeva ancora nel comunicato. Altre minacce: "Sappi che i soldati di Maometto verranno presto o tardi
a scuotere il tuo trono dalle fondamenta del tuo stato" si leggeva in un messaggio del gruppo armato iracheno Asaeb al Iraq al Jihadiya (Lega degli jihadisti in Iraq) rivolto al Papa.
Le minacce suddette riguardano la figura del Papa e il Vaticano come luogo fisico.
Dunque l'"inizio della fine" potrebbe forse essere un grave attentato che provochi la morte del Papa e/o la distruzione fisica di una parte o dell'intero Vaticano.
In realtà, dalla Profezia dei Papi non è chiaro se Roma sarà distrutta dall'uomo o da Dio.
Nel primo caso, ci si deve aspettare come "segno" dell'inizio della fine un attentato contro il Papa e/o contro la sede fisica del Vaticano, mentre nel secondo non è chiaro quale "segno premonitore" aspettarsi, se non la persecuzione e le tribolazioni che sembrano essere iniziate con il discorso del Papa, ma che non sappiamo quanto a lungo dureranno...
La Profezia dei Papi di Malachia


Disclaimer - Chi Siamo - Contatti - Fai Pubblicità



"2012 Fine del Mondo?"
Copyright © Vulcano s.r.l.
Via Birmania, 84 - 58100 Grosseto, Toscana
All rights reserved