fine del mondo 2012
NEWS FINE MONDO
Dall'Italia e dal Mondo
SEGNALACI UN FATTO
Accadimenti, video, teorie...
FINE MONDO SU FACEBOOK
Tutte le news sulla tua bacheca
SCRIVICI
Commenti, critiche, collabora
IT EN DE


VEDI ANCHE:
» Corso Pizzaiolo

2012: LE TESI DELLA FINE DEL MONDO

Il Lago di Vostok e la Fine del Mondo

Vostok: un Lago alla fine del Mondo

Un team russo ha rotto l'ultima barriera di ghiaccio e ha raggiunto un bacino di acqua temperata del Lago di Vostok sepolto da milioni di anni.
Con il prelievo del campione si temono adesso contaminazioni con effetti catastrofici.
Ma di cosa si tratta?
Il Lago Vostok è il più grande degli oltre 70 laghi subglaciali che si trovano sotto la calotta di ghiaccio dell'Antartide. Si trova in profondità nell'area glaciale vicino alla base russa Vostok, nell'Antartide orientale, ed è un lago di acqua dolce.
Questo Lago, con i suoi 250 Km di lunghezza e i 50 Km di larghezza massima è il più grande bacino subglaciale del mondo. Un lago, tra ra i più misteriosi della Terra che si trova a 3.766 metri di profondità.
Gli scienziati, che, da oltre 15 anni, cercano di prelevare un campione dalle sue acque sono riusciti, nel Febbraio 2012, a trivellare l'ultima barriera di ghiaccio che separava .
i loro strumenti dalla superficie del lago, rimasta intatta da almeno 25 milioni di anni.
L'ecosistema di questo lago, ricoperto da strati di ghiaccio risalenti a oltre 10.000 anni fa, costituisce un esemplare unico.
Le sue acque potrebbero infatti riservare grandi scoperte e misteriIl Lago fu scoperto del geografo russo Andreji Kapitsa durante una serie di spedizioni scientifiche sovietiche tra il 1959 e il 1964 e che previdero l'uso di sondaggi sismici e l'analisi delle relative onde sismiche così prodotte.
L'esistenza fu poi confermata nel corso degli anni grazie
 Vostok e 2012
alla combinazione di diversi dati, tra cui misurazioni radar che penetrarono nel ghiaccio profondo e misurazioni batimetriche radar dallo spazio, mentre l'esatta grandezza fu determinata solo nel 1996 grazie al lavoro di scienziati russi e britannici che integrarono una varietà di dati.
Verso la fine degli anni Ottanta, quando iniziarono i carotaggi dei ghiacci, ovvero le estrazioni dei cilindri di ghiaccio, importanti per ricostruire la storia del clima della Terra, anche il Lago di Vostok fu oggetto delle operazioni.
A causa della sua posizione infatti, al di sotto del ghiaccio, il lago è più intatto e più antico della terra: le sue acque ed il suo microambiente hanno probabilmente milioni di anni di età.
Le trivellazioni cominiciarono man mano a scendere in profondità, al punto i rischiare di raggiungere direttamente le acque del Lago e nel 1999 furono bloccate da un accordo

 Vostok e fine del Mondo
internazionale: era troppo alto il rischio di compromettere un ecosistema tanto particolare con il lago di Vostok che già allora si pensava nascondesse forme di vita sconosciute al resto del Pianeta.
Ora che le sonde sovietiche hanno sfondato l'ultimo spessore di ghiaccio, è alta l'attenzione per l'estrazione del campione.
Sopra il lago si trova una cava di ghiaccio che contiene ossigeno ed esercita pressione e lascia passare ossigeno; in alcuni punti l'acqua, nonostante il bacino si trovi sotto i ghiacci del Polo Sud, raggiunge temperature di 30 gradi. Questo perchè, secondo gli studiosi, si trova
in una zona in cui la crosta terrestre è più sottile. La combinazione di queste condizioni potrebbe aver favorito forme di vita autoctone, forme virali o batteriche, mai entrate in contatto con il mondo in superficie che si sarebbero riprodotte da milioni di anni.
Per questo l'estrazione del campione di acqua che, con molta probabilità, si svolgerà tra Novembre 2012 e Febbraio 2013 (periodo dell'estate australe) necessiterà di estrema prudenza.
L'importante infatti sarà non contaminare in alcun caso il campione durante il trasporto verso la superficie della terra, in modo da conservarne al meglio le caratteristiche.
Se ci fossero infatti delle forme di vita, al momento del contatto con il mondo in superficie, potrebbero avere un impatto inatteso, addirittura catastrofico, su un mondo esterno che non ha più le difese immunitarie contro organismi assenti da milioni di anni.
Intorno agli esiti della campionatura delle acque del lago sono innumerevoli le ipotesi
Lago subglaciale di Vostok
Fine del Mondo 2012
Impatti inattesi
lago di Vostok 2012
scientifiche e fantascientifiche. Scienza e mistero si sciolgono così nelle acque segrete di Vostok. Se da un lato vi è una reale attiività magnetica e, apparentemente insipegabile, nell'area del Lago, dall'alto c'è un oggetto elicoidale o cilindrico sul fondale che ha fatto pensare alla Presenza degli Ufo.
I più catastrofici pensano che durante l'estrazione del campione delle acque, la contaminazione generi problematiche apocalittiche da fine del mondo all'ecosistema. Ma c'è anche chi ritiene che, oltre alle specie aliene, negli abissi del Lago potrebbero trovarsi addirittura i resti di Adolf Hitler, come vorrebbe una delle tante leggende che aleggiano intorno alla sua fine.
Lago di Vostok, il più grande degli oltre 70 laghi subglaciali
vostok
Link Utili:


Disclaimer - Chi Siamo - Contatti - Fai Pubblicità



"2012 Fine del Mondo?"
Copyright © Vulcano s.r.l.
Via Birmania, 84 - 58100 Grosseto, Toscana
All rights reserved